Flying over Zerzura
30,00 €
Scene – the south-east corner of the Libyan Desert in the early 1930s, with its recently discovered spectacular massifs and vast unmapped areas, animated by European expeditions looking for the mythical city of Zerzura and Italian militaries seeking to establish sovereignty over this freshly acquired corner of their colony. Behind the scenes all the ploys and parries of the diplomatic services trying to protect their own interests with their muted moves and mutual espionage.A tale intertwining many destinies. The militaries, caught up in a series of conflicts, from WW1 and the Libyan Pacification to the Occupation of Abyssinia and WW2, are shown in an almost idyllic moment of relative calm as they explore and map the massifs and entertain and try to stall their uninvited, intrusive English guests. The English, consummate colonists, move with class and circumspection as they attempt to outwit the Italians.The narrative follows the events on the ground by quoting from authentic and very often previously unpublished sources, so creating a polyphony of voices, from the smooth tones of the diplomats, the plain speak of the military reports, the bubbling laughter of the young aristocrat, the lightness yet strength of his wife’s comments, the pathos of last letters. It also looks ahead and follows all those associated with the exceptional 1932-1934 expeditions, many of whom meet untimely deaths – accidents, illness or war, and in one case massacre in Rome’s Ardeatine Caves. The Italian survivors keep silent, and never talk about these tumultuous years. So this monograph also becomes a testimonial to their lives and their endeavours, as it traces in great detail the 1932-1934 operations, recounting the background of the Zerzura myth, the hardships of desert life, the meetings with the English, the expeditions, trucks, planes etc. It ends where life takes a more savage turn and the military are directed elsewhere. The treasury of images – landscapes, portraits, snapshots, vehicles, memorabilia and maps – brings vividly back to life the period, events and the people.

Scena: angolo sudorientale del Deserto Libico nei primi anni Trenta, con i grandiosi massicci montuosi appena scoperti e immense zone non tracciate sulle carte, animato da spedizioni europee alla ricerca della mitica città di Zerzura e da militari impegnati nell’affermare la sovranità italiana su quest’angolo di colonia appena acquisito. Dietro le quinte, tutte le tattiche e le schermaglie dei diplomatici, volte a proteggere i propri interessi con mosse silenziose e spionaggio reciproco.Un racconto nel quale molte storie si intrecciano. Coinvolti in una serie di conflitti, dalla Grande Guerra e dalla pacificazione della Libia all’occupazione dell’Abissinia e alla Seconda guerra mondiale, i militari sono raffigurati in un momento di calma relativa, mentre esplorano, tracciano carte delle zone montuose, intrattengono e tentano di tenere a bada i loro ospiti inglesi, importuni e senza invito. Colonialisti di lungo corso, gli Inglesi si muovono con classe e circospezione mentre tentano di superare in astuzia gli Italiani.La narrazione segue gli eventi sul terreno, citando fonti originali e molto spesso inedite, creando così una polifonia di voci: dal tono pacato dei diplomatici a quello schietto dei rapporti militari, dalla risata spumeggiante del giovane aristocratico alla forza delle osservazioni della moglie, fino al pathos delle ultime lettere ai propri cari. Guarda anche avanti, seguendo tutti coloro che sono coinvolti nelle eccezionali spedizioni del triennio 1932-1934, molti dei quali incontreranno una morte prematura – incidenti, malattie, guerre e, in un caso, il massacro alle Fosse Ardeatine di Roma.I sopravvissuti italiani rimangono in silenzio e non parlano mai di questi anni tumultuosi. Perciò questa monografia diventa anche un tributo alle loro vite e alle loro imprese, mentre descrive in gran dettaglio le operazioni del 1932-1934, raccontando i retroscena del mito di Zerzura, le privazioni della vita nel deserto, gli incontri con gli Inglesi, le spedizioni, i mezzi, gli aeroplani… Termina dove la vita prende una piega più crudele e i militari sono inviati altrove.Il tesoro di immagini – paesaggi, ritratti, istantanee, mezzi, ricordi e carte – riporta con forza in vita il periodo, gli avvenimenti e i personaggi.
Quantità Aggiorna
Prezzo in aggiornamento